Quotidiano Sportivo

NB.

Supplemento online del Corriere della Campania

F1, Bahrain ad Hamilton e tragedia sfiorata per Grosjean

La vittoria del britannico oscurata dal terrore per il grave incidente subito dal pilota francese del team Haas

Fonte Immagine: Formula1.it

Pronti, via e paura in pista. La Haas di Romain Grosjean si schianta nel corso del primo giro e si incendia. Vettura distrutta, spezzata in due ed incastrata nel guardrail. Pilota illeso, ma tragedia sfiorata. Presagi di morte tornano ad incupire il mondo dei motori. La tecnologia evita l’irreparabile. Grazie al sistema di protezione che circonda l’abitacolo delle vetture, Grosjean ha abbandonato la macchina. Avesse perso conoscenza, sarebbe stato inghiottito dalle fiamme causate dall’incidente. Il pilota della Haas è stato trasportato in ospedale per svolgere accertamenti. Il primo bollettino medico parla di condizioni stabili. Preoccupano le scottature alle braccia e fratture multiple alle costole.

Lo show prosegue. Ultimate le operazioni di pulizia del tracciato, riparte la gara. Il secondo start avviene all’inizio del terzo giro. Non c’è pace. La Racing Point di Lance Stroll, impegnato in un sorpasso, si ribalta. Nessuna conseguenza per il pilota canadese. Rientra la safety car, riportando calma apparente. Alla ripresa, la Red Bull di Verstappen attacca Hamilton. Il campione della Mercedes non demorde e tiene la testa della classifica. Superiorità disarmante. Lewis recita il solito monologo. Il sette volte campione del mondo gestisce le gomme con saggezza, evitando un probabile degrado dovuto alle temperature del tracciato. Anticipando la sosta su Verstappen, il pilota Mercedes amministra il vantaggio e vince il G.P. del Bahrein in scioltezza. Leggendario. Completa il podio Alex Albon su Red Bull, che approfitta della rottura del motore della Racing Point di Sergio Perez.

Crollano le Ferrari. La tormentata stagione del “cavallino rampante” volge al termine. Sebastian Vettel, spingendo al limite la vettura, incappa in un testacoda al dodicesimo giro. Gara compromessa e tredicesimo posto finale. Charles Leclerc, epico in partenza, sconta noie aerodinamiche. Risucchiato dal gruppo, il monegasco conclude decimo ed ottiene un punto in classifica generale. Boccata d’ossigeno per il morale del team di Maranello. Flebile speranza per il futuro. Mercedes ed Hamilton attendono rivali.


Commenta