Quotidiano Sportivo

NB.

Supplemento online del Corriere della Campania

Terzo KO consecutivo per il Napoli femminile

All'Enzo Ricci, le ragazze di Marino perdono 3 a 1. Bugeja trascinatrice.


Nonostante la pesante sconfitta casalinga contro la Fiorentina, il Napoli Femminile ritorna a giocare per la terza giornata della Serie A contro il Sassuolo. Allo stadio Enzo Ricci, le ragazze di mister Marino affrontano un avversario non semplice visto che nel turno precedente hanno battuto l’Inter per 4 a 1.

Ottimo banco di prova per le azzurre che, a tutti i costi, vogliono confermare i buoni sprazzi contro la viola della settimana scorsa. Partita vivace e Napoli in palla sin dai primi minuti grazie alla Martinez, la vera spina nel fianco delle emiliane. A sbloccare la partita però, ci pensa la napoletana Di Marino (prima partita in stagione per il capitano azzurro) che sbuca in mezzo all’area (perfetto il cross di Nencioni) e di testa trafigge Lemey. 28esimo e Napoli in vantaggio sul Sassuolo. Le neroverdi di Piovani spingono sull’acceleratore e, laddove la manovra di squadra non va (la Kubassova è insuperabile sulla fascia dx), ci pensa il genio. Per la precisione quello di Bugeja (classe 2004) che ruba palla da trequarti, s’invola verso l’area azzurra saltando metà squadra e pareggia. 1 a 1 all’Enzo Ricci. 2 minuti di recupero ma le due squadre vanno al riposo in parità.

L’arbitro fischia l’inizio del secondo tempo ed è ancora la Bugeja che si rende pericolosa sulla fascia sx, ma a turno, prima Oliviero e poi Di Martino la bloccano. 60esimo e il Sassuolo va in vantaggio: Parisi calcia ma Errico (ex tra l’altro del match) allarga il braccio in area: rigore per le neroverdi e ammonizione per la centrale azzurra. Dal dischetto, Dubcova non sbaglia. 2 a 1 all’Enzo Ricci. Il Napoli accusa il colpo e subisce anche il terzo goal. È ancora una volta Bugeja che riceve la palla, sterza col sx e di destro la piazza sotto l’angolino. 3 a 1. Il Napoli ci prova ma prima il palo (per 4 volte) e poi la Lemey su un bel pallonetto di Huchet negano la gioia alla rete azzurra che avrebbe potuto riaprire la partita.

Terza sconfitta consecutiva del Napoli che sembra aver fatto dei lievi passi indietro rispetto al precedente match contro la Fiorentina: bene la Martinez e la Hjohlman, un po’ meno gli esterni (che hanno sofferto contro delle giocatrici veloci e tecniche) e l’altra punta, la greca Deppy. Marino dovrà lavorare sulla tenuta mentale e fisica delle sue che per la seconda partita consecutiva si trovano in vantaggio e poi subiscono la rimonta ma che comunque può essere contento per la buona organizzazione in campo, aspettando naturalmente gli assenti, come la ex Inter Goldoni.


Enrico Russo

Caporedattore

Enrico Russo, nato a Napoli nel lontano 1991, ma in viaggio per lavoro da anni. Laureato in Lingue e comunicazione, specializzato in inglese e francese. Amante di sport (calcio e pallacanestro in primis) e tifoso del Napoli. Adora scrivere e raccontare quello che accade nel mondo.

View all posts

Commenta